top of page

IL SECONDARY MEANING 

IL SECONDARY MEANING

Un marchio è un segno distintivo che identifica la fonte di un prodotto o servizio. Può essere costituito da parole, simboli, disegni, suoni, combinazioni di questi elementi o persino odori (seppur con restrizioni). Lo scopo principale di un marchio è quello di consentire ai consumatori di distinguere i prodotti e servizi di un'azienda da quelli dei suoi concorrenti.
 
Il concetto di secondary meaning entra in gioco quando un marchio debole, ovvero un marchio privo di carattere distintivo intrinseco, acquista tale carattere grazie all'uso prolungato e alla notorietà. In pratica, il marchio, pur non essendo intrinsecamente distintivo, diventa identificativo di una specifica azienda nella mente dei consumatori.
 
Ecco alcuni punti chiave del secondary meaning:
 
Come si acquisisce: Attraverso un uso intensivo e continuativo del marchio, come campagne pubblicitarie, marketing e presenza sul mercato.
Effetto: Trasforma un marchio debole in uno forte, garantendogli una maggiore tutela legale.
Prova: Per dimostrare l'acquisizione di secondary meaning, si possono utilizzare sondaggi d'opinione, testimonianze di esperti del settore o prove della notorietà del marchio.
 
Esempi di secondary meaning:
Xerox: Originariamente termine descrittivo per un processo di copiatura a secco, attraverso l'uso è diventato sinonimo di fotocopiatrice.
Apple: Il frutto della mela non ha alcuna relazione intrinseca con i computer, ma grazie all'uso e alla notorietà dell'azienda, il marchio Apple è diventato fortemente distintivo.
 
È importante sottolineare che anche se un marchio debole acquista secondary meaning, il suo titolare non potrà comunque impedire ai concorrenti di utilizzare il termine nel suo significato originario, solo nell'accezione acquisita.
In sintesi, il secondary meaning è un concetto importante per le aziende che possiedono marchi deboli, poiché consente loro di rafforzare la loro posizione legale e proteggere la propria reputazione.
bottom of page